La vita è come un viaggio che noi abbiamo deciso di compiere insieme.
La prima volta che ci siamo visti, avevamo in mano una pesante valigia da emigrati siciliani, non era di cartone, ma era comunque evidente che appartenesse a due persone giunte da lontano.
Avevamo lasciato le nostre vite, le nostre città, i nostri amici ed eravamo carichi di speranze, sogni e aspettative. Ci accingevamo ad iniziare un nuovo capitolo delle nostre rispettive vite.
Il fato, la provvidenza, il destino o semplicemente la lontananza geografica, ci portò a trascorre il più freddo capodanno di Roma con un gruppo di persone sconosciute ed accumunate solo dall’impossibilità di tornare a casa per pochi giorni.
Ma l’uomo è artefice del proprio destino e così, gli incontri non furono più casuali. Roma ben presto rappresentò la fine di un viaggio e l’inizio di uno nuovo del quale oggi voi tutti siete testimoni.
Vogliamo condividere con voi le tappe del nostro viaggio che dalla città eterna ci ha condotto oggi a scambiarci una promessa eterna.
Non importa dove ci condurrà il futuro, l’importante è che ci riserverà due posti accanto!